«Questa chance ce la siamo guadagnata»

Festa doppia. Atalanta battuta per 2-1 e Inter, impantanata sul 2-2 col Siena, ora a un solo punto dai giallorossi. E poi Totti, la Sensi e i tifosi increduli sulle tribune, indecisi se fare festa o soprassedere. Clamoroso all’Olimpico: solo 36 mila spettatori (9 mila paganti), uno dei minimi della gestione Sensi, ma emozioni forti e campionato definitivamente riaperto. Per la Roma gli 81 punti conquistati in 37 giornate sono il record in un singolo campionato di serie A. Primato anche nel numero di vittorie assolute: mai i giallorossi avevano collezionato 24 successi. E ora, visto il valore dei nerazzurri, la Roma ci crede. E l’Inter deve ringraziare una Roma sprecona se è ancora in grado di vincerlo questo benedetto scudetto.
Spalletti fa finta di niente ma ha gli occhi furbetti di chi sente che domenica qualcosa di clamoroso può accadere: «È stata la vittoria più importante di questo campionato per la nostra classifica - annuncia dai microfoni di Sky mentre nel riquadro accanto spicca la tetra faccia del pettinatissimo Mancini -. Meritavamo di giocarci questa chance anche se nel finale della partita abbiamo sofferto contro una buonissima Atalanta. Ora non ci resta che continuare, e la strada è una sola: vincere».
I giallorossi hanno fatto un grande girone di ritorno: «Faccio i complimenti ai miei giocatori - continua - hanno ottenuto un risultato importante, fondamentale è stata la vittoria di Napoli. E poi la continuità, il modo di porsi in campo (e qui il riferimento è probabilmente all’arrendevolezza vagamente catenacciara dell’Inter di quest’anno) fa sempre la differenza. Ma la verità è che l’anno scorso l’Inter fece molto di più, noi quest’anno siamo riusciti a darle più pressione, forse non se l’aspettavano».
Entusiasta Daniele De Rossi il cui gol ha praticamente sigillato la vittoria: «Ce la giochiamo fino all’ultimo, tanto di cappello a giocatori e staff del Siena che hanno dimostrato come il fair play non sia solo degli inglesi. Purtroppo continuiamo a guardare l’Inter dal basso e vincere a Catania sarà dura. Saranno comunque due partite vere come oggi, è quello che vogliamo. Intanto ci godiamo la felicità per un campionato che continua». Questione infortunati. Per Mexes non ci dovrebbero essere problemi, più difficile vedere Perrotta in campo domenica. Il sindaco Alemanno ringrazia la società, lo staff tecnico e i calciatori della Roma e annuncia: «Ho già contattato Rosella Sensi e la Questura per installare dei maxischermi dai quali far seguire, a tutti gli sportivi, il match di domenica prossima con il Catania».