«Questa manovra non rispetta gli anziani»

Carissimo Lussana, complimenti per la prima pagina del Giornale con le foto dei Professori lacrime e sangue in buona compagnia. Mi si sono torte le budella quasi io fossi una «comunista»! Mi spiace ma devo sfogarmi. Finora mi sembrano tutte proposte inique, che in realtà toccano i ceti più deboli, non mi fanno intravedere una crescita per l'Italia, anzi!
Io mi reputo persona fortunata perché non povera, ma per mia natura mi sono messa sempre nei panni dei più sfortunati e per quanto ho potuto ho sempre cercato di aiutare in qualche modo.
Per quanto mi riguarda, non ho mai evaso le tasse in vita mia, ma una cosa che mi fa impazzire è l'idea che diventeremo uno stato di polizia dove i miei soldi e come li spendo lo potrà vedere chiunque lo voglia all'Agenzia delle Entrate e vedersi i fatti miei! Mi sembrerà di vivere in uno Stato comunista così come era concepito una volta e che esiste ormai in non tante Nazioni dell'Occidente.
Finora credevo di vivere in uno Stato democratico, e questa totale violazione della privacy la trovo orribile e comunque non risolverà nulla. Solo una cosa mi fa ridere a crepapelle (ma con tristezza) l'idea delle pensioni da 500 euro in assegno a persone anche molto vecchie che dovrebbero aprire conti correnti ed imparare a usare carte di credito - forse potrebbero anche pretendere che dei novantenni imparino ad usare il computer!