Questa sera Il Dono dell’Umanità Premiati al Savoia i vip più buoni

Sono in corso gli ultimi preparativi per la festa di questa sera all’hotel Principe di Savoia per il premio internazionale «Il dono dell’Umanità», giunto quest’anno alla quarta edizione. Ideato dalla baronessa Soares e dal conduttore televisivo Paky Arcella, il premio è, per quest’anno, organizzato con l’Associazione per i Diritti Umani e la Tolleranza Onlus, presentato da Lucinha Soares e avrà come ospite d’onore Maria Antonietta Berlusconi. Oltre duecento persone invitate, tutte parte del jet-set dello spettacolo e dello sport: «Il senso dell’evento è quello di lanciare messaggi positivi - spiega Arcella -. Diversi personaggi importanti si riuniscono questa sera per trasmettere un’idea nuova del mondo dello spettacolo, dello sport e dalla tv, cosa importante in un’epoca in cui ciò non è troppo frequente».
«Il dono dell’Umanità» è, infatti, un’iniziativa a carattere sociale, che nasce nel 2005 per valorizzare chi, oltre a essere un personaggio in vista, ha dimostrato un impegno umanitario, in modo che possa essere anche d’esempio pubblico. Un premio «meritocratico e totalmente italiano» precisa ancora Arcella. Quest’anno, tra i premiati, Martina Colombari, i City Angels, l’attrice Irene Pivetti, il ciclista Claudio Chiappucci, la cantante Ivana Spagna,il calciatore interista Maicon, Dea D’Aprile, Michele Diafora, Giorgio Falossi. Il premio consiste nel gioiello creato dall’orafo Sacco, «Il dono», che rappresenta San Martino, il cavaliere che si levò il mantello per tagliarlo in due e condividerlo con un povero: un simbolo, per risaltare e mettere in evidenza la funzione, il ruolo d’esempio che un personaggio di spicco nei media dovrebbe necessariamente rivestire.