Con questi pettegolezzi danneggiamo noi stessi

Preg.mo direttore, ho molto apprezzato il suo articolo del 16/09 u.s. «Dagli all'untore» che tratta numerosi temi che, presi singolarmente, potrebbero essere autonomamente sviluppati a lungo.
In particolare condivido le riflessioni finali.
Secondo un costume che, a dire il vero, nel nostro Paese è un po’ diffuso a tutti i livelli ed a tutte le latitudini, si preferisce indugiare su voci infondate, su circostanze prive di consistenza, su ricostruzioni basate su singoli elementi estrapolati da un più ampio e complesso contesto, e non valorizzano adeguatamente le risorse umane e di idee che pure sono presenti con le molteplici iniziative ed i numerosi contributi cui Lei fa peraltro opportuno riferimento.
E così, è chiaro, si danneggia, innanzitutto, se stessi. Nonostante questo, credo che occorra guardare comunque con fiducia al futuro perché, con il lavoro, l'impegno e la passione di tutti, è possibile far maturare una unità di azione e di intenti indispensabili per proiettare il nostro Popolo verso le sfide che attendono già nei prossimi mesi, e ancor più, nei prossimi anni la nostra Città, la nostra Provincia e la nostra Regione.
Con viva cordialità.
membro del Coordinamento cittadino

di Forza Italia