«Questo governo offende la Consulta»

Un gesto clamoroso, in polemica con il governo che ha «offeso la Consulta». Il giudice Romano Vaccarella ha lasciato la Corte costituzionale con una dura lettera nella quale si fa riferimento indiretto a un articolo nel quale tre ministri hanno criticato la Corte alle prese con il giudizio di ammissibilità sul referendum elettorale. «Nell’indifferente silenzio delle nostre istituzioni e in assenza di qualsiasi smentita non posso che rassegnare le mie dimissioni».