In questo modo Ibm aiuta le utilities a diventare «intelligenti»

Il consumatore vuole essere padrone di quello che consuma. Padrone non vuol dire solo proprietario ma anche, anzi, soprattutto, controllore dei consumi. Un cambiamento questo che Ibm ha da tempo evidenziato nelle sue indagini, come quella svolta dall'Institute for Business Value di Ibm Global Business Services «Switching perspectives: Creating new business models for a changing world of energy» (Cambiare prospettive: creare nuovi modelli di business per un mondo dell'energia in evoluzione). Secondo questo rapporto i cambiamenti della politica pubblica, della tecnologia e della domanda dei consumatori stanno rendendo obsoleti i tradizionali modelli di business utilizzati dalle aziende energetiche e dalle utilities. I fornitori di energia stanno subendo delle forti pressioni per cambiare il proprio modello tradizionale, pressioni che vengono anche da un cambiamento delle amministrazioni nazionali e locali, che fissano nuove politiche per aumentare l'efficienza, la conservazione e la generazione di energia rinnovabile.
Anche i consumatori stanno cambiando. Le indagini globali condotte da Ibm sui consumatori dei servizi pubblici mostrano che i clienti vogliono avere un maggiore controllo sulla spesa energetica e sull'impatto ambientale. Infatti, un'indagine di Ibm ha rivelato che oltre il 90% degli intervistati, in varie parti del mondo, desidererebbe avere gli strumenti per gestire il proprio utilizzo dell'energia.
Questi cambiamenti dimostrano che i consumatori chiedono di più dalla loro relazione con i fornitori di elettricità. Anche se stanno diventando più esigenti, hanno anche molto più da offrire in cambio, alle utilities e agli altri partecipanti, del semplice pagamento dell'energia consumata.
La generazione di rinnovabile e l'accumulo di energia di proprietà del cliente significano che i cittadini potranno fornire energia elettrica o riserve di energia al sistema generale, anziché rivestire un ruolo limitato al passivo pagamento dell'energia consumata. Le informazioni sui modelli di consumo energetico, quelle demografiche sui consumatori e l'accesso alle reti personali sono tutti elementi in grado di fornire nuove fonti di ricavi per le aziende che sapranno sfruttare queste informazioni in modo efficace, sviluppando competenze nel marketing, nelle vendite e nel customer care.
Una rete intelligente con elettricità e informazioni che fluiscono in varie direzioni, fornirà il supporto per le interazioni tra i vari partecipanti nell'ecosistema elettrico emergente, agevolando lo sviluppo di piattaforme «multi-lato» nel settore delle utilities elettriche. Queste piattaforme collegheranno generatori di energia elettrica, fornitori di trasmissione e distribuzione elettrica, fornitori di servizi elettrici, produttori di dispositivi, sviluppatori di applicazioni e utenti finali.
Tali piattaforme possono essere ricondotte al sistema del centro commerciale dove la condivisione di un'unica struttura consente di ottimizzare le risorse e sviluppare economie di scala, a vantaggio sia dei clienti sia degli operatori sia di chi mette a disposizione la struttura stessa.