In questo palazzo nascerà la «Casa» del passato

Grandi progetti sono in fase di realizzazione per avvicinare i milanesi al Museo di storia contemporanea. Il palazzo di via Sant'Andrea, sede di quello che è anche il Museo di Milano, dovrebbe diventare una Casa della Storia, che, sul modello di altre strutture museali europee simili, come ad esempio la Haus der Geschichte di Bonn in Germania, sarà uno spazio di conoscenza, confronto e discussione e un centro di produzione culturale dedicato al passato recente di Milano, alla sua cronaca, alle sue singolarità, risorse e abitudini. La prima concreta dimostrazione di questo sforzo di demusealizzazione della struttura e di partecipazione dei cittadini alla costruzione di un luogo che contenga identità e realtà di Milano, sarà nel 2008 una grande mostra, dal titolo provvisorio di «Milano 1945-2005». L'esposizione ha come obiettivo quello di raccontare sessant’anni di vita della città in modo evocativo e suggestivo, chiedendo ai cittadini di contribuire portando alla Casa della Storia oggetti personali, ricordi e documenti che abbiano un valore emblematico e rappresentino un periodo significativo, come il dopoguerra, il boom economico, il Sessantotto.