QUI BOLOGNA Fra ex Pci e Lega parte la «campagna hard»

C’è un candidato gay nella lista della Lega, tanto per dire: Stefano Guida, 25 anni, quando era appena maggiorenne, con un nome d’arte prese parte a un film hard, «Gay party underwear». «Mai nascosto la mia omosessualità - ha detto al quotidiano “L’Informazione-Il Domani” - ma di quel film non ho mai parlato nel partito». Aggiunge che suo padre è un ex comunista e che «se mi fossi candidato a sinistra un sacco di amici e conoscenti mi avrebbero votato». Alla preoccupazione di Guida di far perdere voti, fa da contraltare la preoccupazione, uguale e opposta, della sinistra, di perderne. Fortuna ci pensa Sel: un’immagine pornografica è improvvisamente comparsa sul profilo Facebook di Antonietta Laterza, candidata nella lista di Amelia Frascaroli e l’altra sera ritratta vicina a Nichi Vendola nel comizio di piazza Maggiore. Fra ex Pci e nuovi leghisti, Bologna l’ha buttata sul sesso.