QUI FRANCIA

Più soldi in busta paga per incentivare i consumi. Lo ha già fatto la Germania, che ha aumentato gli stipendi riducendo gli oneri previdenziali che pagano i lavoratori dipendenti. E lo farà indirettamente la Francia, che punta ad aumentare il potere d’acquisto riducendo gli oneri contributivi sui salari. Il progetto, molto caro al presidente Nicolas Sarkozy (nella foto Epa), è quello della cosiddetta Iva sociale. In pratica, si prevede di aumentare di alcuni punti l’Iva per far crescere il salario netto. Il provvedimento è già in cantiere, e sarà presentato alle parti sociali francesi il prossimo 18 gennaio, come ha annunciato il ministro del Bilancio francese, Valerie Pecresse. Il progetto ha già incassato il sì del mondo dell’impresa, lieto dell’aumento del potere d’acquisto dei consumatori. Insomma, solo per lavoratori e pensionati italiani il menu prevede solo lacrime e sangue.