«Qui ho tutto Tranne le ragazze...»

Matteo, 17 anni da compiere, secondo anno di studio alla Teulié. Acne e sguardo serio. Cosa spinge un ragazzo di 16 anni a entrare in una scuola del genere? Sei attratto dalla divisa? «Più che altro dall'idea di imparare cose che altrove non imparerei. Sono qui per investire nel mio futuro. L’aver frequentato la Teulié ti avvantaggia nell'accesso alle università e alle accademie. Senza contare che anche nei colloqui di lavoro tre anni di scuola militare fanno un ottimo effetto». Hai 16 anni e pensi ai colloqui di lavoro. Desideri mai un’adolescenza normale? «Qualche volta è effettivamente pesante stare qui. Quando rientri dalle licenze, quando sai che ti aspetta un lungo periodo di caserma, capita di domandarsi “Ma chi me l'ha fatto fare?”. Ma è solo un momento, poi passa». La maggior parte dei ragazzi della tua età di pomeriggio non ha molti impegni; si incontra con gli amici, gioca a calcetto... «Anche io passo il pomeriggio con gli amici. E non giochiamo solo a calcetto, ma facciamo anche atletica, judo, nuoto, equitazione, scherma, tennis. E in febbraio andiamo a sciare per una settimana». Rimpianti? «Forse il tempo per le ragazze».