QUI ROMA Vucinic: «Vincere per ripartire»

L’allarme De Rossi, fortunatamente rientrato in poche ore, anima la giornata romanista. Infortunio alla mano meno grave del previsto, giocatore disponibile per il derby. «Una partita molto difficile, siamo consapevoli di questo - sottolinea Mirko Vucinic, solo un gol alla Lazio nella sfida di andata dell’ultimo campionato -. È un match che si gioca due volte l’anno e a Roma è sentito in modo particolare. Noi ora abbiamo 14 punti in meno di loro, dobbiamo iniziare ad accorciare questa distanza partendo da domenica».
Il montenegrino ha avuto finora un rendimento altalenante. «A volte riesco a fare bene, altre no, cerco di dare sempre il massimo in allenamento per migliorare. Come festeggerei un gol nel derby? Sicuramente non mi butterò in una fontana perchè fa freddo (in passato Delio Rossi aveva celebrato così una vittoria nel derby, ndr)». Poi parla del momento no della Roma. «Non abbiamo vinto tante partite come nella passata stagione, ma non siamo giù di morale. Siamo consapevoli della nostra forza, ogni giorno in allenamento ci aspettiamo di riprenderci i punti persi». Ieri a Trigoria erano assenti Cicinho, Baptista, Taddei e Okaka. Quest’ultimo era al Quirinale dove il presidente Napolitano ha ricevuto i neo-italiani. Aquilani ha svolto lavoro differenziato, difficilmente sarà disponibile per domenica. Si è allenato a parte Doni, che ha indossato una cuffia protettiva. Nella partitella Spalletti ha provato Vucinic accanto a Totti, ma l’ipotesi 4-1-4-1 sembra essere in vantaggio.