Quindicenne violentato da due coetanei: arrestati

da Ferrara

Hanno violentato un compagno di scuola quindicenne e ripreso con il telefonino lo squallido gesto. Con questa accusa sono stati arrestati due ragazzini che frequentano un istituto superiore di Cento, nel Ferrarese. L’arresto, su ordine di custodia del gip del tribunale dei minori di Bologna, è stato eseguito nei giorni scorsi.
Ai due ragazzini, stranieri residenti da anni a Cento con le famiglie, non sono stati concessi gli arresti domiciliari. Sono accusati di violenza sessuale di gruppo e pornografia minorile, per aver diffuso le immagini della violenza sessuale avvenuta nei bagni dell’istituto. Proprio l’esistenza delle immagini che almeno uno dei sospettati deteneva sul cellulare, assieme alle testimonianze acquisite dagli investigatori, hanno avuto un ruolo fondamentale nella decisione di emettere i provvedimenti.
L’inchiesta è partita dalla denuncia presentata ai carabinieri dalla famiglia della vittima e, nelle stesse ore, dalla scuola, dove nei giorni scorsi era circolata la voce dall’esistenza delle foto. Lo stesso preside dell’istituto, dopo un primo momento di valutazione della vicenda, aveva adottato un provvedimento di sospensione fino a fine anno scolastico a carico di uno dei due ragazzi.
I fatti sarebbero avvenuti intorno al 20 aprile. La vittima, che ha un piccolo deficit di apprendimento ed è seguita da un insegnante di sostegno, ha raccontato tutto, settimane dopo, alla madre, dopo che un familiare aveva avuto la notizia dell’esistenza delle foto.