«Quindici anni di monopolio rosso»

Chiamatela pure fissazione. Ma Alberto Gagliardi, sottosegretario agli Affari regionali di Forza Italia, proprio non ce la fa ad arrendersi senza prima avere una risposta dai Ds. «Chiedo solo che mi spieghino come sono possibili certe situazioni sotto gli occhi di tutti - ribadisce Gagliardi -. Si citano sempre di Emilia, Toscana e Umbria a proposito di coop, ma solo in Liguria esiste un monopolio rosso di questo tipo. Sarà forse perché le cose negative della storia della sinistra sono sempre state anticipate dalle nostre parti, dai moti del giugno 1960 alle Br e fino al G8».
Il sottosegretario punta il dito sui precedenti. «Da 15 anni non esiste a Genova opera pubblica importante che non sia stata realizzata da una cooperativa rossa - accusa -. Anzi, ci vorrebbe un bel concorso per vedere se qualcuno è in grado di scovarne una non firmata da una coop. Quando dico queste cose che sono sotto gli occhi di tutti, i Ds mi rispondono che è tutto legale. Per carità, non sostengo il contrario, ma che si tratti di un’anomalia, quello sì. Se le coop sono davvero le migliori per prezzi, qualità, rapidità, perchÉ allora non hanno il monopolio anche in altre regioni e non solo qui?». Nel mirino ci finisce poi inevitabilmente anche la grande distribuzione. «La realtà è che in questo settore non viene accettata la concorrenza - conclude Gagliardi -. Non esiste iper che non sia Coop. Chiedo solo questo ai Ds: come spiegano questo monopolio?»