Il Quirinale Niente udienza Napolitano si chiama fuori

E, per essere più chiaro, il capo dello Stato ha fatto diramare un apposito comunicato ufficiale. «In relazione alla richiesta di udienza avanzata stamane dal senatore Riccardo Villari - si legge nella nota - il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano precisa di non avere titolo per pronunciarsi sulle scelte del presidente eletto dalla commissione bicamerale per l’indirizzo e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi».
Secondo il vicecapogruppo del Pdl al Senato, Gaetano Quagliariello, «la nota del Quirinale attesta implicitamente l’assenza di rilievi formali sulla procedura» che ha portato all’elezioni di Villari. Del resto anche sul Colle sottolineano che «un conto sono le numerose e doverose sollecitazioni» che Napolitano ha rivolto al Parlamento perché si «completassero gli adempimenti» riempiendo le caselle mancanti. Ben altro invece sarebbe intervenire per commentare come quelle caselle sono state riempite. «Il presidente non può certo entrare nel merito», si nota, tantomeno ha voglia di esprimere un giudizio politico su questa complessa vicenda.
MSc