Il Quirinale si ricorda dei marò: "Speriamo di rivedervi presto"

Napolitano parla ai marò in collegamento dall'India: "Confidiamo che si aprano nuove prospettive". E assicura: "Non venga mai meno l'impegno militare"

"Confidiamo che possano riaprirsi quelle prospettive che ci erano state, in qualche modo, prospettate quando ricevetti le credenziali del nuovo ambasciatore indiano". In collegamento video con i marò Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha ricordato ai due fucilieri di Marina come "tutto il Paese" sia veramente vicino a loro, "nostri fratelli, esposti ancora alle incognite di una vicenda drammatica e tortuosa".

Parlando al Centro operativo interforze per gli auguri ai contingenti militari italiani impegnati in missioni internazionali, il capo dello Stato ha rimarcato l'importanza di partecipare alle missioni internazionali: "È uno dei fattori che contribuisce al prestigio italiano a livello internazionale. Guai a venir meno a un obbligo che sentiamo nei confronti della comunità internazionale". Nel ricordare di avere il comando delle forze armate, sotto il profilo istituzionale, Napolitano ci ha tenuto a spiegare che questa funzione della presidenza della Repubblica è "garanzia dell’unità della Nazione attorno alle sue forze armate e alla loro totale dedizione al solo interesse del Paese". "Non ho di che essere ringraziato - ha detto Napolitano rispondendo al saluto dei militari - perché faccio semplicemente la mia parte".

Durante lo scambio di auguri Napolitano ha voluto far sentire la vicinanza del Paese ai marò che da mesi sono ingiustamente detenuti in India. "Il governo esprime la massima partecipazione umana al vostro impegno di pazienza, resistenza ed efficace difesa dinanzi alle autorità giudiziarie indiane", ha assicurato il capo dello Stato invocando "un processo corretto e rapido, anche se questo impegno ora incontra difficoltà per le imminenti elezioni in India". Quindi, si è lasciato scappare una battuta: "Le vicende elettorali non sono una complicazione solo in Italia. A volte sembra che siamo l’unico Paese in cui le elezioni creano problemi. Purtroppo, li creano anche in India". La vicenda processuale sta, infatti, subendo contraccolpi negativi in vista del voto imminente. "Spero di rivedervi tra non molto al Quirinale", ha infine chiosato Napolitano.

Commenti

Gfrank54

Ven, 20/12/2013 - 13:04

Scambiamo Letta e Bonino con i due Maro. Forse riusciamo a venderli agli Indiani.

giovauriem

Ven, 20/12/2013 - 13:16

il colle,come tutte le istituzioni italiane stanno li solo per consumare e sperperare i soldi del contribuente,e ad ogni festa ci ricordano i marò,che sono stati abbandonati al loro destino,nella politica italiana,destra sinistra centro grillini,non c'è nessun uomo o donna d'onore,ma solo teppaglia

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 20/12/2013 - 13:22

Rituale e scontatissima trombonata natalizia. Non se ne può più. Avessimo inviato Pontalti, forse, a quest'ora li avremmo già a casa.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Ven, 20/12/2013 - 13:33

Ci sono problemi ben più gravi che 2 pistolero tenuti in India.

plaunad

Ven, 20/12/2013 - 13:36

Speriamo ???? Come speriamo? Vuol dire che non ci resta altro da fare che rivolgerci alla Divina Provvidenza? Andiamo bene.....

marco46

Ven, 20/12/2013 - 13:38

Evviva! Si è ricordato di loro, Cazzo che avvenimento.

Ilgenerale

Ven, 20/12/2013 - 13:46

A questo punto anche se rientrano la figura di merda a livello internazionale e' fatta!!! Mostrarsi accomodanti equivale a mostrarsi deboli e la debolezza non paga mai!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Ven, 20/12/2013 - 13:49

Gzorzi certo che i due marò non erano sulla nave per lanciare corone di fiori ai pirati ma per difenderle colle armi altrimenti avrebbero mandato dei buonisti come lei. Non faccia l'indiano ,il governo aveva dato delle procedure ed avrebbe dovuto difenderli, ciò che non è avvenuto.

External

Ven, 20/12/2013 - 13:50

@gzorzi: è vero ci sono problemi più gravi. Ad esempio lei, in buona compagnia di altri bevitori di grappa, che si indegnano per una doccia disinfettante ma non per l'arbitrario arresto di due soldati italiani.

ilbarzo

Ven, 20/12/2013 - 13:55

Sai quanto gliene importa a Napolitano dei due maro'!

dondomenico

Ven, 20/12/2013 - 13:57

Noi si che siamo vicini ai nostri Massimiliano e Salvatore noi cittadini Italiani onesti, voi, politici di lungo corso non siete degni di prendere per il sedere i nostri ragazzi. Questo vale anche per king george. Lui vive bene da 50 anni alle spalle di noi Popolo, una vera Nazione avrebbe già riportato a casa i propri FIGLI. E' arcinoto a tutti che le prove contro i nostri fucilieri sono state manipolate dalle autorità indiane, c'è stata anche una inchiesta condotta da Tony Capuozzo con la quale si evidenziava che non erano stati i nostri militari a sparare sul peschereccio.....niente, assolutamente niente! Noi siamo succubi di uno stato canaglia come l'India ed i nostri governanti non hanno le palle per risolvere il caso! Il nostro king aspetta di "abbracciare" Massimiliano e Salvatore al quirinale..... io spero che, quando finalmente avremo i nostri ragazzi a casa, non si presentino alla ipocrita cerimonia dell'abbraccio. Un bel foglio di carta bollata e via....dimissioni dalla Marina. Massimiliano, Salvatore, noi, cittadini onesti di uno stato disonesto, siamo con voi!

ro.di.mento

Ven, 20/12/2013 - 14:09

SI BONINO E LETTA AL POSTO DEI MARO' !!!! LA PRIMA (STR...) NON AVEVA DETTO CHE SAREBBERO STATI QUI PRIMA DI NATALE ? CI ANDASSE LEI AL LORO POSTO QUINDI !!!!

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Ven, 20/12/2013 - 14:14

External: e chi si indigna per una doccia disinfettante? Per come la penso io non avrebbero neanche dovuto metter piede in Italia, mi sa che qui il bevuto sia lei e la sua cricca e non solo di grappa.

piantagrassa

Ven, 20/12/2013 - 14:19

Prima il governo Monti adesso Letta, queste si che sono veramente figure di merda, altro che bunga bunga. E in ogni caso la domanda è sempre quella: cosa ci facevano due pescatori in acque internazionali vicino ad una nave cargo?? Magari "gzorzi" lo sa.....

ingenuo39

Ven, 20/12/2013 - 14:25

"Speriamo di rivedervi presto"? Speriamo???? Gradirei sapere dove si trova lo Stato Italiano, perchè ultimamente sopratutto sul caso "marò" non esiste da un pezzo,

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Ven, 20/12/2013 - 14:33

piantagrassa: sicuramente in 2 e con una barchetta da 4 soldi stavano tentando l'assalto, si certo, bravoooooo. hahahhah

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Ven, 20/12/2013 - 14:47

Spero,prometto e giuro , vanno all' infinito futuro. Sempre le stesse frasi....e intanto l' Italia si riempie anche di Indiani....! Campa, cavallo.... !

Pelican 49

Ven, 20/12/2013 - 14:48

IL Napoletano si è sciacquato la coscienza per il Natale. Se ne riparlerà a Pasqua. Credo sia difficile trovare militari più cretini degli italiani.

antoniociotto

Ven, 20/12/2013 - 14:49

quello che più avvilisce è che anche se ha 88 anni è ancora così lucido nel perseguire una ideologia che fa solo vomitare. lui spera che i nostri marò tornino presto in Italia. io spero presto di stappare le mie dieci bottiglie di Berlucchi che ho in frigo.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Ven, 20/12/2013 - 15:04

#gzorzi. I PROBLEMI PIU GRAVI CHE HA L;ITALIA É DI AVERE DEI PARASSITI COME TE!.

External

Ven, 20/12/2013 - 15:14

Gzorzi, mi pare di leggere il pontalto, meno prolisso ma ugualmente orientato. Buona permanenza nel suo brodo.

onurb

Ven, 20/12/2013 - 15:16

Questo presidentucolo, che ha fatto di tutto affinché l'Italia aiutasse, contro gli interessi nazionali, Americani e Francesi nella guerra a Gheddafi, e di questa grande puttanata non ci ha ancora chiesto perdono, di fronte alla ignobile vicenda dei due marò non sa far altro che esprimere auspici. Ci gioco sopra qualche euro che si è pure fatto scrivere il discorsetto di prammatica.

onurb

Ven, 20/12/2013 - 15:18

gianniverde. E' inutile perdere tempo con gli stupidi.

Nebbiafitta

Ven, 20/12/2013 - 15:22

Una volta in Italia erano ritornati. Bastava non rimandarli in India e risolvere la questione sul piano diplomatico. A quest'ora non se ne parlerebbe più. Purtroppo il governo Monti era interessato a ben più gravi problemi: abbassare lo spred, aumentare l'IVA ..................

mbotawy'

Ven, 20/12/2013 - 15:25

I due Maro'avranno il permesso di ritornare in patria per Natale. Ed una volta in Italia,attenderanno l'arrivo dei prossimi Natale e....Buon Natale.Poco etico militarmente parlando, ma tutto e' relativo con che tipo di persone uno sta' trattando.

onurb

Ven, 20/12/2013 - 15:26

antoniociotto. Ma lei ha visto nel TG il servizio relativo al discorsetto di Re Giorgio? Ha visto i papaveri gallonati che gli stavano accanto? Le sembravano, le loro facce, quelle di persone preoccupate per la sorte dei due marò? A me sembravano quelle di chi mentalmente pensa al gruzzolo che si sta per portare a casa tra stipendio, tredicesima e compenso per l'incarico ricoperto (consigliere militare e aiutanti vari del PdR). Probabilmente stavano anche riflettendo su quale sinecura ben remunerata scegliere, essendo a fine carriera, per continuare a rendersi utili alla nazione. Censore, passamela.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Ven, 20/12/2013 - 15:32

A! me quello che mi fá arrabbiare di piu é quando leggo dei commenti di gente idiota come gzorzi; lui questo cretino un altro nome non lo posso dire che cé la censura, dice che con una barchetta i 2 marinai indiani non avrebbero potuto assaltare la nave Italiana. A parte il fatto che i 2 marinai Indiani non sono stato uccisi con le armi in dotazione dei 2 Maró, cé anche da domandarsi perche le autoritá Indiane in fretta e furia Hanno affondato la Barca senza far fare gli esami di balistica da esperti internazionali?!. Poi c,é anche che la nave Italiana é stata presa con un tranello perche questa Nave doveva solo chiarire Cosa era successo, é mentre una Nave Greca si allontanava a tutta forza dal luogo cercando di far perdere le proprie tracce, la Nave Italiana su comando delle autorita Italiane entrava nel Porto Indiano MA CHE COGLIONI!. Ma noi tutti abbiamo visto all,affondamento della barca in questione che i colpi di fucile sparati contro la barca erano a pelo d,acqua é mai i 2 maró dall,altezza di 30 metri avrebberero potuto colpire questa Barca!. Ma i cretini tipo gzorzi credono piu agli Indiani che alle prove salienti di questo caso. Certo che noi né abbiamo di idioti in Italia ed é per questo che a noi ci prendono tutti per il culo, come se noi fossimo tutti come gzorzi!.

Ritratto di sitten

sitten

Ven, 20/12/2013 - 15:35

A volte mi chiedo che male abbiamo fatto per meritarci un presidente simile. Possibile che tra presidenti e politici non ne abbiamo uno che ha le palle per intraprendere iniziative rigide, per farci rispettare nel mondo. Infatti il non mio presidente come gli stessi politici, hanno il valore del due di briscola. Caro non mio presidente, lei si riempe la bocca contro il Fascismo, almeno al contrario di voialtri, oltre che venite da una ideologia aberrante, criminale e parassitaria,essi avevano le palle ed erano rispettati.

Ritratto di Gorilla Gor

Gorilla Gor

Ven, 20/12/2013 - 15:50

Ma si facci il piacere....

bobo1943

Ven, 20/12/2013 - 15:58

speriamo veramente che tornino presto, però!!!! ci facciamo prendere per il c..o dall' india con i marò, dal brasile con quello sporco assassino di battisti, adesso anche dal congo con le adozioni, questo governo, come gli altri precedenti non conta proprio niente

bobo1943

Ven, 20/12/2013 - 16:00

gzorzi sei veramente un poveraccio limitato nel pensiero

Ritratto di stock47

stock47

Ven, 20/12/2013 - 16:25

"Speriamo di rivedervi presto", in altre parole: rimanete pure a bagno maria e non disturbate chi vi ci ha mandato in quei luoghi.

Ritratto di DR JEKILL

DR JEKILL

Ven, 20/12/2013 - 16:28

Mi associo a gzorzi : Ci sono problemi ben più gravi che 2 pistolero tenuti in India. Magari li hanno mandati su Marte......

Ritratto di semovente

semovente

Ven, 20/12/2013 - 16:42

La speranza è l'ultima a morire ma, chi di speranza vive di speranza muore (( in itaglia (sic) naturalmente)).

Zizzigo

Ven, 20/12/2013 - 16:47

Un triste, inutile, inefficente, campionario di vacuità...

Ritratto di stock47

stock47

Ven, 20/12/2013 - 17:01

Napolitano è anche il comandante in capo delle forze armate, in altre parole è lui il responsabile di avere mandato quei due in quei luoghi. Lo è doppiamente perchè ce li ha rimandati due volte! Ora, un comandante in capo di forze armate se gli arrestano su acque internazionali i suoi uomini, che compivano il loro dovere come gli aveva ordinato di fare tramite la trafila di comando, e vengono arrestati da un alleato, tramite inganno non degno di una nazione civile e rispettosa, non solo delle regole internazionali, ma anche dei patti di alleanza, come minimo dovrebbe battere i pugni sul tavolo e dire: "Io non ci stò e come me l'Italia non ci sta!". L'arresto di quei due non rappresenta un normale arresto di singoli individui da parte del diritto, più o meno condivisibile, di una nazione straniera. Quei due sono due soldati della nazione italiana, vale a dire che rappresentano, nel bene o nel male, l'Italia e l'intero popolo italiano. Di conseguenza l'arrestare o il giudicare costoro, da parte di una nazione straniera, normalmente sarebbe considerato un atto di guerra. Tralasciamo tale estrema ratio ma, l'arresto e il giudizio dei due soldati, è la stessa cosa che avere arrestato e voler giudicare l'intera Italia e l'intero popolo italiano. La cosa, di per sè, non è nemmeno ammissibile, ecco perchè l'India è in torto marcio e i politici italiani sono degli opportunisti pusillanimi, che non si sanno assumere le loro responsabilità nei confronti del popolo italiano, dell'Italia e di quei due soldati che hanno obbedito ai loro stessi ordini! Il PdR assieme al Ministro della difesa, quali primi responsabili, si sarebbero dovuti consegnare all'India al posto dei due marò e vedere se costoro avevano la faccia tosta di arrestarli, giudicarli e condannarli. Invece ci tocca assistere a questa sceneggiata da codardi e da scaricabarile, con grande perdita della nostra dignità nazionale e internazionale!

Ritratto di stock47

stock47

Ven, 20/12/2013 - 17:14

Ho spesso letto, da parte di molti partecipanti al blog, il desiderio di fare un blitz militare per liberare i due marò. Fare una cosa del genere nei tempi attuali e con una nazione, in piena sviluppo economico e militare, come l'India sarebbe solo una follia. Tuttavia un Blitz incruento lo si potrebbe fare. Come? Mandare il Presidente della Repubblica e il Ministro della Difesa, i responsabili degli ordini dati ai due marò, che per loro conto hanno obbedito, all'ambasciata italiana dove sono agli arresti domiciliari i due marò, prelevarli su auto diplomatica, portarli all'aereo presidenziale e mandarli in Italia mentre PdR e Ministro della Difesa rimangono in India a rispondere agli indiani di tale liberazione o Blitz. Se ne devono assumere la responsabilità, così come si sono assunti la responsabilità di mandare i due marò in quei luoghi ad obbedire ad un loro ordine. Vedremo se gli indiani hanno il coraggio di arrestare PdR e Ministro di un altra nazione perchè, di fatto, l'arresto dei due marò equivale alla stessa identica cosa.

canaletto

Ven, 20/12/2013 - 17:29

IN DUE ANNI NON AVETE FATTO NULLA E ADESSO VE NE RICORDATE????? ANDATE TUTTI A CASA MANGIAPANE A TRADIMENTI E SVERGOGNATI.

Ritratto di semovente

semovente

Ven, 20/12/2013 - 17:32

stock47, la parte più interessante e veritiera del suo post "....i politici italiani sono degli opportunisti pusillanimi, che non si sanno assumere le loro responsabilità nei confronti del popolo italiano, dell'Italia e di quei due soldati che hanno obbedito ai loro stessi ordini! " è l'esatta caratteristica dei nostri governanti da sessant'otto anni a questa parte. La loro meschinità non ha confini mentre non hanno difficoltà ad impartire ordini (anche a katzo) per poi, in caso di necessità e/o complicazioni dimostrare tutta l'incapacità di prendere serie decisioni e risolvere il problema. Lei pensa che un nostro parlamentare di qualsivoglia colorazione prenda la decisione di offrirsi come ostaggio? La rassicuro, MAI E POI MAI.La nostra storia recente ( dal '43 in poi )purtroppo conferma quanto asserisco. Il soldato, vuoi per convinzione, vuoi per costrizione esegue ordini che come detto in precedenza possono anche essere a katzo.

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 20/12/2013 - 17:32

Mandiamogli Letta come garanzia, facciamoli rientrare, e poi lasciamolo la.

Franco60 Ferrara

Ven, 20/12/2013 - 18:09

politici schifosi avete abbandonato due persone perbene in quel paese di ........, Bonino, se non sei capace di fare qualcosa, dimettiti.

treumann

Ven, 20/12/2013 - 18:41

Ed ecco a voi la letterina di natale dal Quirinale....... Senza pudore.

moshe

Ven, 20/12/2013 - 18:41

Presidente, deve fare solo due cose: vergognarsi e dimettersi immediatamente!

moshe

Ven, 20/12/2013 - 18:42

Militari, RIBELLATEVI !!!

moshe

Ven, 20/12/2013 - 18:45

Vorrei fare notare a chi vuol mandare (cosa che condividerei) letta, la bonino o qualche altro politico in cambio dei due marò, che gli indiani non sono così stupidi e certi individui nella loro nazione non le vogliono nemmeno vedere.

unosolo

Ven, 20/12/2013 - 19:21

ma và ? s'è ricordato ? qualcuno ha parlato, ma il ministro ? senza parlare del PCM che viaggia a gongolarsi dei nostri debiti.

filippo_azzarri

Ven, 20/12/2013 - 19:28

Ma come si fa ancora a poter dare soltanto parole di conforto a 2 militari che facevano solo il loro dovere, lasciati adesso soli dallo stato che li ricorda come si fa con i morti, come un anniversario, una volta l'anno! Se lo avessimo fatto noi con i militari indiani a quest'ora sarebbero già a casa loro con tanto di scuse dello stato Italiano. Si vergogni Presidente della Repubblica e Governo italiano. Che figure!!!

Palladino

Ven, 20/12/2013 - 19:28

...la cosa tragicomica e che li abbiamo rimandati in India per ben due volte.Povera Italia.Lo zerbino del mondo.

lento

Ven, 20/12/2013 - 19:30

Forse se erano di sinistra dichiarati :chi sa' puo' darsi che stavano gia' a casa da parecchio tempo--

Perlina

Ven, 20/12/2013 - 20:42

gzorzi - la tua stoltaggine è pari alla perfidia. Spero per te, che non abbia a pentirti. Che pena.

kyser

Ven, 20/12/2013 - 20:43

A parte la farsa del colle, un augurio sincero ai marò che possano passare un natale sereno. External, condivido, anche perchè a militare ne ho passate di peggio e ero a torino non a Lampedusa, perchè nessuno si indigna dei militari che ancora oggi a seconda delle caserme si trovano acqua fredda e riscaldamento che non va?

scipione

Ven, 20/12/2013 - 20:45

Si ricorda con un po' di " RITARDO ".Ma c'e' da capirlo....l'eta'....

kyser

Ven, 20/12/2013 - 20:48

Per Gzorzi: 1 i pirati non vanno su velieri con i cannoni, non più..oggi hanno piccole imbarcazioni e bastoni tipo mezzo marinaio con cui si agganciano alla nave più grande e salgono a bordo 2 In ogni caso con il principio della presunzione di innocenza, accompagnato dal magico naufragio della barca e di una perizia corretta dai calibri, io tutta questa sicurezza nel condannare due uomini italiani non ce la metterei, dimenticati che sono marò, immaginateli dei black block, sono sicuro che ti diventeranno simpatici e li difenderai a spada tratta! ;-)

DIAPASON

Ven, 20/12/2013 - 21:05

aggiungiamo fede e carità e ci affidiamo alla provvidenza divina. L'esatta fotografia di questa Italia.

arturo7021

Ven, 20/12/2013 - 21:14

se c'era Berlusconi a Quest'ora erano gia' a casa da un anno

pinosan

Ven, 20/12/2013 - 21:26

ma la Bonino non aveva detto che per Natale sarebbero ritornati a casa?Povera Italia:Si possono cambiare i ministri ma i BLA BLA restano.

roberto zanella

Ven, 20/12/2013 - 21:27

Dal TGCOM24 "un emozionato Napolitano parla con i Marò" è sembrata una presa per i fondelli,poveri Marò star li in divisa di alta ordinanaza rasati e freschi di parrucchiere,ad ascoltare le menate retoriche di un bamba che se avesse gli attributi di un DeGaulle si sarebbe già recato in India.

Raoul Pontalti

Ven, 20/12/2013 - 23:13

Menabellenius hai ragione: con me inviato speciale per trattare la questione avremmo avuto a casa da un pezzo i due sparacchiatori a vanvera, in una cassa di zinco previa fucilazione alla schiena da me espressamente richiesta per i seguenti reati: a) sparatoria indebita e ingiustificata con conseguente spreco di munizioni pagate dal contribuente italiano, b) omicidio plurimo aggravato da futili motivi (pretesa di lotta alla pirateria quando su nave civile si può fare solo difesa dalla pirateria e solo dopo che sia stato avviato l'attacco piratesco), c) presunta assunzione di sostanze allucinogene perché solo degli allucinati possono scambiare pescatori per pirati in particolare dinanzi a Kochi dove a memoria d'uomo non si sono mai visti pirati, d) divulgazione di segreto militare (l'imbecillità dei vertici militari nostrani che consentirono l'invio di sprovveduti nei mari tropicali per difendere dai pirati una nave privata e muniti di regole d'ingaggio cervellotiche), e) mancata collaborazione con le autorità inquirenti del luogo per ricostruire il quadro delittuoso; f) occultazione e distruzione di documentazione elettronica, fotografica e cinematografica inerente alla sparatoria e mancata acquisizione di prove in ordine al presunto reato di pirateria (obbligatoria in quanto i marò erano investiti ope legis (L 130/2011) della funzione di agenti di polizia giudiziaria e il loro comandante delle funzioni di ufficiale di polizia giudiziaria) e mancato arresto o tentativo di arresto dei responsabili del presunto tentativo piratesco (obbligatorio anch'esso per la legge citata), f) oltraggio alla memoria delle vittime (padri di famiglia cristiani che guadagnavano il pane per la famiglia mediante diuturna attività di pesca) e ai loro famigliari con il rifiuto di assunzione di responsabilità (sintoma di infantilismo, peraltro comune a tutti i nostri militari sin dalla realizzazione dello Stato unitario). Sì confratello mio, con me la situazione sarebbe stata tempestivamente risolta secondo giustizia e in modo rispettoso della dignità delle Nazioni indiana e italiana.

indiana joe

Ven, 20/12/2013 - 23:26

Oddio, qualcuno si è ricordato di loro! Ma perchè quel qualcuno non si offre in prima persona, sostituendo i nostri due marò? Ha paura di finire i suoi giorni tra gli Indù? Bastava chiudere una cinquantina di holding indiane sul nostro territorio, preparare una nave da crociera con qualche migliaio di venditori di rose, ma anche RITIRARE IL NOSTRO CONTINGENTE MILITARE NAVALE dall'Oceano Indiano......et voilà, con molta attendibile certezza, i nostri due marò sarebbero già stati spediti in Italia e con scuse, da qualche Natale a questa parte!

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Sab, 21/12/2013 - 06:51

Dove sono i nostri Maro' ? Cosa state facendo per loro ? Auspicate, chiacchierate, ma che fate ? Napoliano, Lei parla e straparla ma in concreto non fa un bel niente. Questi sono figli dell'Italia chiamati a svolgere un servizio pericoloso, e come li si ringrazia? Lasciandoli soli, in terra straniera. Vergogna, vegogna ! Tre volte vergogna.

External

Dom, 22/12/2013 - 23:08

Pontalti, sei veramente una mezza sega. Adesso vai pure al tuo centro culturale amici della persia.

angelomaria

Sab, 28/12/2013 - 19:56

meschino ed ipocrita fino alla fine!!sul ponte sventola bandieraPDCCP MORTE TUA VITA MIA NOSTRA !!segue l'ORA DEI CONTI!!

angelomaria

Mer, 01/01/2014 - 18:59

e lIPOCRISIA di quest'"UOMO" nonTENDE A CALARE gliele' faremo calare noi ! altro che non sciolglie il governo quando staccheremo la spina dovra' arrendersi e visto che l'impchment no ha avuto seguito i suoi guai inizzieranno quando non sara'piu' nessuno!! ti aspettiamo al varco!!non credre di farla franca!!!

ninoabba

Mar, 04/11/2014 - 11:27

Vi ricordate dopo 3 anni? E Neppure riuscite a mostare I muso duro agli indiani. Porca miseria tirate fuori le palle (ammesso che le avete cosa che ne dubito) mandate I maro a prendersi I loro colleghi, questi Hanno le palle non voi. Lasciare liberi di fare cio che devono, e ci ripoteranno a casa I loro compagni , a salvare la faccia dell' Italia. Se marchione perde la fiat in India, non dovra piu restituire I miliardi che ci ha mangiato la fiat. Tanto non li a mai restituti ha arrafato I nostri soldi e a portato via la fiat .