A quota 900 le multe per «lucciole» e clienti

Non solo divieti di sosta e incroci pericolosi. I vigili sono impegnati anche (o principalmente) nel controllo del traffico, prova ne sono i quasi tre milioni di verbali firmati nel 2008, un record. E dati confortanti arrivano dagli incidenti, calati di un migliaio: da 24.458 nel 2007 a 23.147. Meno i feriti (da 14.376 a 13.258) e i decessi (da 83 a 75). Ma il bilancio di un anno di attività della polizia municipale presentato ieri dal vicesindaco Riccardo De Corato e dal comandante Emiliano Bezzon fotografa un corpo sempre più da «fiction». «L’idea di chi vede i vigili solo come agenti impegnati a dare multe non corrisponde alla realtà», ammette De Corato. Lotta alla prostituzione, indagini per contrastare il racket dei finti matrimoni o i truffatori «seriali», da poco è nato persino il Nucleo tutela del consumatore, che ha già condotto più di 200 ispezioni in mercati, negozi, centri di telefonia a partire dagli esposti dei cittadini.
Qualche numero: in un anno il centralino dei ghisa ha ricevuto oltre 200mila richieste di intervento. Sono stati 4.525 gli alcol-test, uno su 4 positivi. Conseguenza: ritirate 1.164 patenti e 113 veicoli confiscati. Contro la prostituzione 365 giorni l’anno sono in servizio tre pattuglie speciali dalle 21.30 alle 4. In tutto il 2008 multate 4.059 persone, ma se prima a pagare erano solo le lucciole o i viados, dopo l’ordinanza firmata dal sindaco a novembre anche i clienti vengono sanzionati: in due mesi i vigili hanno staccato 884 multe da 500 euro (556 a prostitute, 318 a clienti). «L’ordinanza ha avuto effetto deterrente - assicura De Corato - i clienti sono quasi dimezzati».
Il 90% dei reati commessi da comunitari sono romeni (376 su 411 denunciati), «protagonisti» in due casi su tre anche dei casi di finti matrimoni («e dietro al fenomeno c’è un racket che fa pagare fino a 10mila euro chi vuole ottenere la cittadinanza», sostiene il vicesindaco). I vigili ne hanno bloccati 94, due terzi tra rom romeni ed extracomunitari. Grazie anche al pool creato ad hoc un anno fa, sono scese invece da 125 a 88 (a confronto solo gli ultimi sei mesi del 2007 e 2008) le truffe agli anziani, e sono state identificate una settantina di criminali (20 già arrestati) che si erano specializzati nel «settore». Quasi 7 al giorno (2.530 l’anno) le manifestazioni in città che i ghisa hanno dovuto presidiare, 1.164 i mezzanini passati al setaccio. «Spesso - spiega Bezzon - le operazioni partono da segnalazioni dei vigili di quartiere, è un lavoro in sinergia». «Siamo così contenti di tutto - attacca il sindacalista del Csa Roberto Miglio - che prepariamo uno sciopero per il 28 febbraio, durante il Carnevale».