«La quota in Mps non è strategica»

Santander

La quota che il gruppo spagnolo Santander detiene in Mps (pari a circa l’1% del capitale) «è di tipo puramente finanziario». È quanto afferma l’ad del gruppo Alfredo Saenz, spiegando che la quota è «tra quelle disponibili per la vendita». In Italia il gruppo «non ha prospettive o appetito» eccetto le attività di credito al consumo e private banking. Nel nostro Paese, la strategia di espansione «non è andata bene» e il Santander non intende ora ampliare la sua presenza. Ieri, intanto, la Ue ha dato il via libera al previsto scambio di attività tra Santander e General Electric, che prevede tra l’altro la cessione da parte della banca spagnola di Interbanca, rilevata con Abn Amro-Antoveneta, al gruppo statunitense.