Le quote sullo scudetto: anticipare l’effetto Zeman

Zdenek Zeman non si discute, si ama. Un po' come il Totti proprio da lui lanciato quindici anni fa. Uno slogan dei tifosi romanisti può essere un buon suggerimento per gli scommettitori, perché le vere occasioni sul gioco antepost si materializzano in estate, quando non esistono partite su cui basarsi ma solo supposizioni che mettono il banco quasi sullo stesso piano del giocatore.
Esempio concreto: lo scudetto 2012-13 alla Roma si può trovare adesso a 30,00, ma è evidente che il crescere dell'entusiasmo nei prossimi mesi porterà una grande massa di gioco sui giallorossi, facendo scendere la quota forse anche di dieci punti prima ancora che sia stata giocata una partita di campionato. Già, perché fino al fine settimana del 25-26 agosto (data d’inizio del campionato, che si concluderà il 18 maggio 2013) la Roma sarà impegnata solo in amichevole. E non vogliamo nemmeno pensare a cosa succederebbe se Zeman iniziasse in maniera positiva...
In altre parole: non si possono vendere certezze sui risultati di una partita, ma le dinamiche psicologiche che portano all'abbassamento delle quote sono facilmente anticipabili. Lo schema è quindi questo: giocare adesso sulla Roma a 30 e coprirsi fra qualche settimana quando sarà presumibilmente offerta a 25. In Italia non lo si può ancora fare, ma in Inghilterra nella piena legalità si può prendere posizione sul lato 'lay' della lavagna (in pratica si diventa banco) su uno dei vari siti di betting exchange.
Già a livelli molto bassi la qualificazione Champions, cioè il piazzamento nelle prime tre: 4,50 è già una quota credibile, segno che il cosiddetto «smart money» (cioè i volumi di gioco generati da professionisti e dilettanti evoluti) ha provato questo schemino con la Roma piazzata e forse lo ripeterà con la Roma vincente. Tutto questo, ripetiamo, senza che si sia giocata una partita.
La curiosità è che la Lazio appena affidata a Vladimir Petkovic ha esattamente le stesse quote dei giallorossi, sia per lo scudetto che per la Champions, ma dal punto di vista mediatico ha margini molto inferiori per sfruttare la psicologia delle masse.
Impossibile, oltretutto a calciomercato in corso, azzardare pronostici tecnici in un mondo in cui la terza forza della serie A, l'Udinese, ha quote di 15 volte superiori rispetto alla sesta (l'Inter). Al momento ci sono in campo solo l'emotività e l'immagine, al punto che c'è chi ha scommesso a inizio giugno sul Triplete di una delle due milanesi (dato a 150).
È quindi il momento di puntare su Zeman, che magari poi vincerà anche sul serio. Ma agli scommettitori avveduti importa solo che la sua quota scenda.
Twitter @StefanoOlivari