Quotidiani in crisi utili in calo del 30%, e perdite + 100%

Dal rapporto sulla stampa in Italia 2006-2008, presentato ieri dalla Federazione italiana editori giornali, emergono, tra l’altro, per il 2008 un aumento delle perdite del 100% e una contrazione degli utili del 30% per i quotidiani. Numeri destinati a peggiorare nel 2009, in particolare per effetto della crisi degli investimenti pubblicitari. È il quadro allarmante tracciato dal presidente della Fieg, Carlo Malinconico, intervenuto all’assemblea della Federazione. «Per il complesso delle società editrici di quotidiani nel 2008, quando la crisi ancora non aveva dispiegato i suoi terribili effetti si rileva un aumento delle perdite del 100% ed una contrazione degli utili del 30 per cento».