La rabbia e la sfiga

La giornata per Gianfranco Fini è cominciata male e questo davvero ci dispiace. Il presidente della Camera è ancora ad Ansedonia, al mare. La lettura dei giornali deve averlo già innervosito parecchio, tanto che ha subito chiamato il suo portavoce Alfano per annunciare querela contro il Giornale. Poi, sfiga, rabbia o nervosismo, si è slogato una caviglia. Non si conoscono i motivi dell’incidente. La speranza è che non abbia nulla a che fare con le letture indigeste e con qualche calcio per sfogare il malumore. La tac, fatta a mezzogiorno all’ospedale di Orbetello, ha confermato una leggera lesione. Auguri sinceri di pronta guarigione.