Rabbia Su Facebook: date a noi il colpevole

Nel mare elettronico di internet affiora la reazione «di pancia» dell’Italia verso un delitto atroce e che nessun movente potrà mai giustificare davvero. Il sentimento comune è la rabbia e la sfiducia verso la giustizia umana. Su Twitter e Facebook emerge la voglia di vendetta: «Dateli a noi, non ci fidiamo più dei giudici». E ancora: «Ci siamo noi per vendicarti, troveremo quell’uomo e rimpiangerà tutto», «Trovate l’assassino di Yara e datelo alla comunità, che sapremo cosa farne, perché e facile prenderlo e metterlo in carcere al caldo e con i pasti pronti». C’è anche chi ha colto la facile occasione per insultare la memoria di Yara e far parlare di sé: i soliti idioti.