Racchette rosa, sfida alla Henin per la Fed Cup

da Charleroi
Da oggi a Charleroi si gioca la finale della Fed Cup contro il Belgio. È la prima volta nella storia che le azzurre hanno la possibilità di aggiudicarsi un titolo mondiale. Io sto vivendo le emozioni del 1976 quando, in Cile, Panatta, Barazzutti, Bertolucci e Zugarelli conquistarono la Coppa Davis. La Fed Cup, per me, ha un significato particolare. Nel lontano 1963 partecipai alla prima edizione al Queens. Io e Silvana Lazzarino tenemmo testa allo squadrone americano di Billie Jean King e Darlene Hard. Riuscimmo a combattere sull’erba perdendo i singolari al limite dei 3 set. In Australia, due anni dopo, a difendere i colori dell’Italia eravamo in due: Francesca Gordigiani ed io. Riserve non ce n’erano, quindi facevo anche da capitana. Battemmo la Germania di Helga Niessen, che era fortissima. I singolari si giocavano contemporaneamente, così solo incontrandoci in spogliatoio io e Francesca ci rendemmo conto di aver vinto. Ora mi trovo in Belgio in veste di Ambasciatrice del tennis italiano. Da allora tutto è cambiato, salvo i battiti del mio cuore che, sotto la bandiera, ritrovano l’antico ritmo di quando giocavo. Stupende emozioni che mi regalano i brividi e mi tolgono il respiro, mentre faccio il tifo per le mie «bambine». Il Belgio di Justine Henin, privo della Clijsters è battibile. Francesca Schiavone ha fatto il miracolo vincendo con la Mauresmo a Nancy. Flavia Pennetta ha salvato l’Italia contro la Spagna a Saragozza. Per vincere la Fed Cup occorre conquistare i 2 punti contro Kirsten Flipkens (n.98) e tutto si deciderà nel doppio. Dobbiamo crederci. Lo stadio, che ospita 6.200 spettatori, è esaurito. Ma a Charleroi la grossa colonia italiana dovrebbe sostenerci. Il sorteggio ha deciso che la prima a scendere in campo oggi alle 14 sarà la Schiavone contro la Flipkens. Seguirà Flavia Pennetta contro la Henin. Domenica Francesca affronterà la Henin, a seguire Flavia giocherà con la Flipkens. Per finire, Mara Santangelo e Roberta Vinci dovranno battere Leslie Butkiewicz (638) e Karoline Maes (218). Non è una missione impossibile! Ieri è avvenuto il sorteggio del tabellone 2007. Il Belgio è testa di serie n. 1, l’Italia è n. 2. In aprile affonteremo la Cina, nazione pericolosa con giocatrici in crescita. Per mancanza di precedenti la sede è stata decisa dal sorteggio. La fortuna ci è stata benevola: l’Italia giocherà in casa.