La raccolta cresce oltre le previsioni

Cattolica

Il gruppo Cattolica chiude il 2005 con una raccolta lorda consolidata di 5,18 miliardi (di cui contratti di investimento contabilizzati nel Vita per 327 milioni), in crescita del 12,4%, più di quanto previsto dal piano d’impresa 2005-2007 che puntava a una raccolta premi di 4,8 miliardi. L’utile netto consolidato è stato di 139 milioni, in linea con le previsioni del piano d’impresa. Il Roe si attesta all’11,8%. Il Cda proporrà ai soci la distribuzione di un dividendo unitario di 1,50 euro per azione (più 11% rispetto agli 1,35 euro distribuiti lo scorso anno), derivante per 1,30 euro dalla distribuzione dell’utile di esercizio e per 0,20 euro dalla distribuzione della riserva liberata nella capogruppo a seguito della cessione di immobili da parte di Cattolica immobiliare. Il Cda ha deliberato la fusione della controllata Duomo previdenza, a bilancio per 71 milioni, nella capogruppo Cattolica. In sostituzione del dimissionario Nicola Rotolo il consiglio ha cooptato amministratore della compagnia il professor Angelo Caloia.