Raccolta firme contro Santoro

(...) era in piazza San Giovanni», altri si rivolgono ai parlamentari liguri per far sentire la loro voce di protesta. L’onorevole Gabriella Mondello è già in moto. «Ho visto la trasmissione e non riuscivo a darmi pace - si ribella al servizio fatto da Santoro e compagni -. Mi ha dato anche molto fastidio l’atteggiamento di molti ospiti, Rula Jebreal in particolare ha mostrato un atteggiamento che non ha nulla a che vedere con il suo ruolo di giornalista. Ma soprattutto ho subito ricevuto molte telefonate di persone indispettite e offese. Tanti amici che erano con me a quella manifestazione mi hanno chiamato e continuano a farlo».
Nella hit parade delle cose che non sono andate proprio giù, soprattutto a chi come i liguri si sono sobbarcati un viaggio lungo e stancante per essere il 2 dicembre in piazza San Giovanni, ci sono le «falsità sull’organizzazione». Molte telefonate di protesta riguardano infatti le insinuazioni fatte sui «panini pagati» ai manifestanti per attirare più gente possibile. Ogni spesa di viaggio e di «vitto» è stata invece a carico dei singoli partecipanti: molti si sono sentiti «offesi sentendosi dire che Silvio Berlusconi li avrebbe pagati con un panino». Tutti concordano comunque sulla necessità di far sentire la voce dell’Italia che s’è ridesta. La preparazione di una lettera da far firmare a più cittadini possibile è la più gettonata tra le proposte, una petizione alla Rai che dia voce allo sdegno per la trasmissione di Santoro. «Anch’io sono pronta a raccogliere un’idea che dovesse risultare la più efficace e magari originale - aggiunge Gabriella Mondello -. Sono pronta a farmene promotrice e sostenitrice. Quello che noto comunque con grande piacere è che i nostri elettori, e molto probabilmente non solo i nostri, stanno reagendo a questo governo e a questa disinformazione».