Raccolta premi 2015: ramo Vita +4%, Rc Auto -6,5%

Nel 2015 la raccolta complessiva dei premi delle imprese di assicurazione nazionali e delle rappresentanze per l'Italia di imprese extra-europee è stata pari a 147 miliardi con una crescita, in termini omogenei, del 2,5% rispetto al 2014. Lo rileva in una nota l'Ania, spiegando che la dinamica è il risultato di un aumento dei premi del settore Vita (+4%) e di una diminuzione di quello Danni (-2,4%). L'incidenza dei premi totali (Vita e Danni) sul Pil è lievemente cresciuta, passando dall'8,9% nel 2014 al 9,0% nel 2015. Per quanto riguarda la raccolta premi 2015 nei rami Danni delle imprese nazionali ed extra-europee, pari a 32 miliardi con un calo del 2,4% rispetto al 2014, la dinamica è il risultato di una diminuzione nel settore Auto, i cui premi hanno registrato una flessione del 5,3% e, in particolare, -6,5% nel ramo Rc Auto e veicoli marittimi e +2,9% nel ramo Corpi veicoli terrestri.I dati, ancora provvisori, sono frutto delle informazioni raccolte dall'Ania e fornite anticipatamente dalle imprese di assicurazione operanti in Italia e dalle rappresentanze in Italia di imprese aventi sede legale in Paesi europei ed extra-europei. Hanno partecipato alla rilevazione tutte le 112 imprese nazionali e le tre rappresentanze di imprese extra europee che hanno contabilizzato premi nel 2015. Nel dettaglio, nel 2015 la raccolta premi nei rami Vita ha sfiorato i 115 miliardi in aumento del 4% rispetto al 2014, con riferimento alle sole imprese nazionali e alle rappresentanze di imprese extra-europee: si tratta del valore di raccolta più elevato mai registrato nel nostro Paese anche se la crescita del 2015 risulta molto inferiore a quella registrata nel biennio precedente: +29,9% nel 2014 e +22% nel 2013. Il calo del 6,5% nella raccolta per il ramo Rc Auto rappresenta la quarta variazione negativa consecutiva: dal 2011 al 2015 i premi sono diminuiti di circa il 20% e il volume premi del 2015 (pari a 14,2 miliardi) è tornato ai livelli di quindici anni fa (nel 2000 la raccolta premi era pari a circa 14 miliardi).GPav