Raccolta rifiuti «porta a porta» in altre 380 case di Pontedecimo

Altre 380 famiglie residenti a Pontedecimo, a partire da questa settimana, riceveranno gratuitamente dagli operatori dell’Amiu lo «starter kit», vale a dire la dotazione iniziale per l’avvio del sistema di raccolta differenziata «porta a porta». A un anno dall’avvio del servizio, l’estensione del sistema interesserà gli abitanti delle vie Paolo Anfossi, Fonderie Grondona, Isocorte, Lungo Polcevera, San Quirico e Val Sugana. I materiali raccolti a domicilio saranno carta, plastica, alluminio e banda stagnata, rifiuto organico domestico e vetro, che dovranno essere conferiti negli appositi contenitori.
Chi non si trovasse in casa al momento del passaggio del personale dell’Amiu troverà comunque una cartolina con cui poter ritirare lo «starter kit» presso l’isola ecologica di via Gastaldi (aperta da lunedì a sabato, dalle 7,30 alle 18 e 30).
«L’estensione del “porta a porta“ - spiega in particolare Carlo Senesi, assessore comunale alla Città sostenibile - accoglie le richieste pervenute dal Municipio V Valpolcevera oltre che dagli abitanti di Pontedecimo, e conferma la validità di questo progetto avviato da circa un anno; i risultati ottenuti a Pontedecimo e a Sestri sono molto positivi perché i materiali raccolti separatamente non finiscono in discarica, ma vengono reinseriti nel ciclo produttivo».
A Pontedecimo e a Sestri Ponente, alla fine di febbraio, il «porta a porta» si è attestato su una percentuale del 43 per cento. In particolare dall’inizio della sperimentazione sono state raccolte oltre 1.630 tonnellate di materiali riciclabili.