Il racconto di un agente: "Avevo il casco altrimenti sarei sicuramente morto"

La testimonianza di uno dei carabinieri che è riuscito a fuggire dal suo blindato dato alle fiamme dai teppisti: "Di manifestazioni ne ho fatte, ma non ho visto mai una cosa così"

"Di manifestazioni ne ho fatte, ma non ho visto mai una cosa così. Per fortuna avevo il casco, altrimenti sarei morto". A parlare è il carabiniere F.T., 31 anni, il militare che è riuscito a sfuggire, ieri durante gli scontri a piazza San Giovanni, dal suo blindato dato alle fiamme dai teppisti.

"Non riuscivo ad andare né avanti né indietro", ha aggiunto l’uomo, in forze a Roma, che era alla guida del mezzo. Il militare si trova ora ricoverato al Policlinico Umberto I di Roma con fratture al volto. Le sue condizioni non destano preoccupazione ai sanitari. Non ricorda molto di quei convulsi momenti: "Mi hanno rotto lo specchietto e sono riusciti a forzare la portiera del mezzo. Poi non ricordo più nulla, sono scappato via".