Un racconto inedito del «Nobel» Coetzee

John M. Coetzee, premio Nobel 2003 e scrittore fra i più importanti della scena letteraria contemporanea, è atteso oggi alla terza e conclusiva giornata del festival pordenonelegge.it: Coetzee, celebrato dalla critica internazionale per il suo esame inflessibile e scrupoloso al razionalismo ed alla moralità di facciata della civiltà occidentale, presenta alle 18, al Teatro Verdi di Pordenone, un reading che unisce al racconto inedito Nietverloren, sconsolato resoconto della perdita d’identità nel territorio sudafricano, alcuni brani tratti dal romanzo Infanzia.
Questa mattina alle 10,30 al convento di San Francesco è in programma l’incontro con Francesco e con Luigi Luca Cavalli-Sforza sul tema «L’avventura di un ricercatore». Alle 11, nello spazio di piazza del Portello, incontro-evento con Joanne Harris, l’autrice di Chocolat, impegnata con la giornalista Brunella Schisa in un dialogo intorno ai temi del nuovissimo libro La scuola dei desideri. Ancora alle 11, nel Palazzo della Provincia Sergio Zavoli e Carla Maria Brunialti sono protagonisti dell’incontro su Il dolore inutile, mentre alle 11,30 due grandi filosofi, Daniel Dennett e Giulio Giorello, affrontano nel dialogo «Chi ha paura di Charles Darwin?» il tema dell’eredità dello scienziato. Sempre Daniel Dennett terrà, alle 18,30 nel convento di San Francesco, una Lectio Magistralis sul tema «The domestication of the Wild Memes of Religion». Per gli incontri su Fede e ragione (ore 16, piazza del Portello) il filosofo Emanuele Severino dialogherà con il filosofo-musicista Massimo Donà. Sempre alle 16, al Palazzo della Provincia, lo scrittore Pietrangelo Buttafuoco è presentato da Vittorio Macioce, giornalista del Giornale, nell’incontro «Le uova del drago».