Racket Sulla strada a 13 anni Romena affidata a comunità

È stata affidata ad una comunità protetta una ragazzina rumena di 13 anni costretta a prostituirsi sulle strade del Milanese. Durante un controllo a Rho gli agenti hanno fermato la ragazza, che ha fornito false generalità e ha dichiarato di avere già compiuto 18 anni. Un’età che, dai riscontri realizzati attraverso i canali internazionali di polizia e dagli esami medici, è risultata molto inferiore. Secondo le ricostruzioni la ragazzina sarebbe stata portata in Italia da poco tempo, e avviata alla prostituzione da alcuni sfruttatori, che la spostavano da un comune all’altro dell’ hinterland per evitare i controlli.
Il Tribunale dei minori di Milano ha disposto l’affido della giovane a una comunità protetta.