Radar in tilt a Fiumicino, voli bloccati

da Roma

L’aeroporto romano di Fiumicino ha avuto un fuori programma in tarda serata per colpa di un improvviso guasto che ha provocato il blocco dei radar. Un’avaria alla strumentazione ha infatti provocato la paralisi di tutti i voli, in arrivo e partenza, all’aeroporto internazionale «Leonardo da Vinci» di Fiumicino. L’evento che è stato definito grave e assolutamente singolare è già oggetto di un’inchiesta tecnica aperta dall’Agenzia nazionale per la sicurezza del volo.
Secondo le prime informazioni che sono filtrate dallo scalo subito dopo le prime avvisaglie del guasto, il blocco del sistema radar sarebbe legato ad un problema di carattere telematico. Tutti i voli in partenza dallo scalo di Fiumicino sono rimasti a terra, mentre gli aerei in arrivo sono stati gestiti attraverso un sistema alternativo definito «procedurale».
Il fermo dei radar è avvenuto intorno alle 22.20 e ha colpito il sistema denominato Saf (Sistemi di accesso flessibile) che consente la configurazione dei dati radar e delle linee telefoniche del Crav (Centro regionale di assistenza al volo) di Ciampino. Al momento della rottura dell’impianto, gli aerei in partenza da Fiumicino rimasti sulle piste sono 14. L’Enav ha fatto sapere che, pur non essendoci stato alcun problema alla sicurezza, ci si è subito preoccupati di dare priorità agli aerei in arrivo, pur con notevoli ritardi. Per i passeggeri in attesa di partire, infatti, i problemi risultavano limitati: si trattava di prolungare l’attesa o nella peggiore delle ipotesi di rinviare il decollo al giorno successivo. Ben più problematica appariva invece la situazione di quanti, a bordo dei vari velivoli, stavano convergendo verso l’aeroporto della Capitale.
Tutti gli sforzi sono stati diretti per diminuire i loro disagi e per consentire ai piloti di poter toccare terra in assoluta tranquillità, nella speranza che al guasto si potesse porre un immediato rimedio. Nel frattempo spetterà agli inquirenti capire a chi chiedere e da chi farsi spiegare le cause di quel blocco telematico ai radar che hanno improvvisamente gettato nel panico gli operatori dello scalo e messo in difficoltà anche quanti, a Fiumicino, erano in attesa di amici o conoscenti a bordo di quei voli. Tutto comunque è filato per il verso giusto e ai molti disagi non si è aggiunto nessun dramma.