Raddoppia l’indennità per i CoCoPro Avranno il 20% del reddito annuale

Nuovi aiuti in arrivo per i collaboratori che restano disoccupati: il governo ha deciso infatti di raddoppiare l’indennità di reinserimento per i lavoratori a progetto, i «CoCoPro», con un solo committente: il contributo una tantum viene innalzato dal 10 al 20 per cento del reddito percepito l’anno precedente, in un intervallo che va da mille a 2.600 euro. Per realizzare l’intervento il governo ha stanziato cento milioni di euro, che si aggiungono ai fondi già varati per gli ammortizzatori sociali nel biennio 2009-2010 (a disposizione 12 miliardi per la cassa integrazione ordinaria, più 4 per gli ammortizzatori sociali, in accordo con le Regioni). Il nuovo investimento è stato possibile grazie a una riorganizzazione dei fondi a disposizione del ministero del Welfare, e sarà realizzato anche per il 2010. «I lavoratori a progetto non possono ricevere gli ammortizzatori sociali tradizionali – ha spiegato il ministro Sacconi –. Per questo abbiamo deciso di intervenire attraverso un altro strumento, raddoppiando l’indennità di reinserimento». Indennità che sarà mantenuta anche da chi, nel frattempo, riuscirà a ottenere dei lavori saltuari.