Da radicali a paparazzi

Di solito i pianisti si ascoltano. I radicali, invece, hanno pensato di fotografarli. Scene di ordinaria confusione in Parlamento. Durante le votazioni sul decreto Alitalia alla Camera, infatti, alcuni deputati radicali capeggiati da Rita Bernardini (Pd) hanno cominciato a fotografare i colleghi della maggioranza. Chi con il telefonino, chi con teleobiettivi da paparazzo navigato, tutti con l’intento di immortalare qualche onorevole nell’atto di votare anche per il vicino assente. A chi dal Pdl gli chiedeva di far sospendere le «manovre», il presidente di turno Rocco Buttiglione ha risposto che nel regolamento «non c’è una norma sulle foto, ma solo una norma di correttezza». Accanto alla buvette, si attende quindi l’allestimento di una camera oscura...