In via Radicofani, alla borgata Fidene sono tornati in azione i ladri-acrobati

Svaligiati in pochi minuti quattro appartamenti i cui proprietari sono stati narcotizzati durante il sonno

Emilio Orlando

Fidene è una borgata a ridosso della via Salaria. Vi abitano circa venticinquemila persone che dall’inizio dell’estate vivono un incubo ormai senza fine: quello di venire derubati di notte mentre, in pieno sonno, vengono narcotizzati da ladri acrobati in grado di arrampicarsi anche sui piani più alti. Già diverse volte, sempre in piena notte, i malviventi sono penetrati in alcuni appartamenti, abitati per lo più anziani, ai quali hanno portato via telefonini, denaro, altri oggetti e anche le chiavi delle auto parcheggiate sotto casa.
Solo la notte scorsa, nella centrale via Radicofani al civico 230 sono stati messi a segno almeno quattro furti. La tecnica è sempre la stessa: i ladri acrobati raggiungono persino il terzo o il quarto piano di una palazzina scalando le condutture del gas o dell’acqua, penetrano nelle case da una finestra e in una manciata di minuti fanno man bassa di denaro. Una tecnica collaudata, ed è ormai una certezza che le vittime vengano anche narcotizzate con dei micidiali spray al sonnifero, ormai facilmente reperibili anche sui siti internet. Il «trattamento speciale» al sonnifero spray viene riservato - come hanno accertato le forze dell’ordine - anche ai cani che vivono con i loro padroni all’interno delle abitazioni.
«Mi sono svegliato verso le otto con un forte senso di stordimento - racconta il signor Giuliano Minuti, carabiniere in pensione - . In un primo momento mia moglie e io non ci siamo accorti di nulla, ma quando ho visto i cassetti aperti e l’armadio rovistato, ho capito subito cosa era successo. Quasi contemporaneamente - continua il pensionato - ho sentito urlare mia cognata che abita al piano di sopra. Anche lei era stata derubata nottetempo di tutto, persino del misuratore per la pressione arteriosa; e il suo cane da guardia è stato addormentato».
Il triste risveglio degli abitanti di Fidene è divenuto, soprattutto in questi ultimi mesi, una triste realtà quotidiana. Infatti, il bilancio dei furti denunciati dai residenti e dai commerciati fa paura. In pochi giorni in via Radicofani i furti sono stati quattro, tre sono stati i colpi messi a segno in via Ortignano, in via San Gimignano e in via Sestino.
«Fidene - si lamenta il consigliere di An Franco Fiocchi, residente nella zona - è diventata ormai terra di nessuno, dove l’illegalità, soprattutto nelle ore notturne, regna sovrana, specie per la presenza di extracomunitari non in regola con la legge Bossi-Fini. Ho l’impressione che il nostro venga considerato un quartiere di serie B».