«Radio Padania» fa proseliti a Lecce: «Salento libero»

Lo slogan magari non potrà essere «Lecce Nazione tutto il resto Meridione», visto che più a Sud del Salento l’Italia cade dal tacco. Fatto sta che lo sbarco è iniziato. Subodorata l’esistenza di un movimento di imprenditori, politici e amministratori locali che vorrebbe promuovere un referendum per il distacco da Bari e dal resto della Puglia, la Lega Nord non è stata con le mani in mano. E per sostenere la battaglia indipendentista ha inviato in avanscoperta Radio Padania Libera, che ha chiesto l’autorizzazione per il primo ripetitore pugliese ad Alessano, nel Leccese. Incurante della levata di scudi dei Sudisti che, con Adriana Poli Bortone, sono parsi preoccupati per l’invasione nordista. In fondo, ha detto a Italia Oggi Matteo Salvini, «i pugliesi sono la popolazione più simile a quella lombarda e del Nord». Chissà se, dopo la secessione, il «Salento Liber» approverà l’annessione alla Padania.