Rafael van der Vaart. Il fuoriclasse di provincia venuto dal camping

Papà olandese e mamma spagnola. Tipi originali. Al punto da scegliere di vivere in un camping a due passi da Amsterdam quando Rafael vide la luce, l'11 febbraio 1983. Di cognome Van der Vaart: gioca nell'Amburgo, mancino, malato di calcio, trequartista vero, ha scelto (per ora) una squadra di seconda fascia «perché a me piace giocare sempre». Un’infanzia con il camping da usare come scenario di sfide infinite fino a sera, una carriera cominciata prestissimo: è stato il più giovane capitano della storia dell'Ajax, ha scomodato paragoni con i campioni del passato e litigato con il suo compagno Ibrahimovic. Inventare calcio è la sua missione e nel frattempo la sua vita è cambiata radicalmente: ha sposato la bellissima Silvie Meis, diventando la risposta olandese ai coniugi Beckham. Rispetto al Divino David, però, Rafa pare avere molta più fame.