Ragazza di 18 anni violentata in spiaggia da un coetaneo

Una festa in spiaggia si è trasformata in un incubo per una ragazza pesarese di 18 anni. Dopo aver trascorso la notte in uno stabilimento balneare trasformato in locale, la giovane è stata violentata da un coetaneo. È successo durante la Notte Arcobaleno, kermesse organizzata nella città marchigiana durante la quale si balla e si assiste a spettacoli in riva al mare dal tramonto all’alba. La ragazza si era recata nel locale con un’amica minorenne. Qui aveva consumato un drink a base di rum e menta poi aveva cominciato a ballare sulla pista. Proprio qui le due giovani sono state avvicinate da due coetanei. La diciottenne si è allontanata con uno dei due per cercare un po’ di intimità in riva al mare. Dopo le prime avance, però, il ragazzo ha preteso di andare oltre nonostante le proteste della giovane. Lei ha cercato invano di opporsi, con i riflessi resi lenti dall’alcol. Così è scattata la violenza. Subito dopo l’episodio la ragazza ha sporto denuncia alla polizia. La squadra mobile sta raccogliendo testimonianze utili per rintracciare l’aggressore. Da parte loro, gli organizzatori della festa hanno condannato l’episodio: «Se venisse confermato sarebbe un fatto molto grave che stona con lo spirito della manifestazione».