Ragazza e mamma aggredite da bruto

Michele Perla

Domenica pomeriggio a Legnano era rimasta vittima del bruto una studentessa di 13 anni; martedì è toccato ad una giovane mamma, che stava portando a passeggio i suoi due bimbi nella carrozzina. Uno sconosciuto le si è avvicinato e dopo averla colpita in pieno viso con un pugno, ha tentato di trascinare la donna in un boschetto poco distante. La giovane mamma, tramortita, ha perso quasi conoscenza; ma sì è ripresa subito, urlando a squarciagola. Nelle vicinanze c’erano due giardinieri che si sono precipitati in suo aiuto. A questo punto l’aggressore si è dileguato rapidamente.
Dopo quello di domenica, avvenuto al parco del Castello, l’agguato è andato in scena nel quartiere Canazza. La signora, 32 anni, è stata colta di sorpresa: « Zitta e vieni con me», le ha gridato l’extracomunitario di origine slava, circa 30 anni, capelli corti neri, vestito con jeans e maglietta bordeaux, proprio come nella precedente occasione. Sottratta grazie ai giardinieri al tentativo di violenza, la donna è stata accompagnata all’ospedale. Al pronto soccorso i medici hanno accertato contusioni alla mascella, escludendo però fratture.
I due episodi, avvenuti a distanza di poco tempo uno dall’altro, stanno adesso creando paura in città. «Abbiamo raccolto le denunce e non escludiamo che effettivamente l’aggressore possa essere la stessa persona», dicono in commissariato.