Ragazza muore precipitando dalla giostra «Adrenalina»

Doveva essere una serata in allegria per la festa del paese. Si è trasformata in una tragedia. Una morte assurda per una ragazza nel fiore degli anni e che, per la sua vita, aveva tanti progetti e tanti sogni. Una giovane di 23 anni di Lucera è morta ieri, verso le 5, nell’ospedale di Lucera (Foggia) dopo che nella notte era volata giù da una giostra con gabbia volante.
La donna morta si chiamava Giuseppina Valentina Mucciaciaro: secondo quanto hanno accertato i carabinieri, intorno alle 02.30, la giovane con alcuni amici stava facendo un giro sulla gabbia volante «Andrenalina X-treme» quando, forse per aver perso l’equilibrio, è caduta da un’altezza di oltre sei metri. La giovane avrebbe riportato una ferita profonda sul fianco destro, causata dal contatto con un palo metallico. La giostra, che pare fosse stata revisionata di recente, è stata sottoposta a sequestro. Le giostre del Luna Park erano in attività per la festa patronale a Lucera. La giostra dov’è avvenuto l’incidente è una sorta di ottovolante, spiegano i carabinieri, che, diretti dalla procura di Lucera, hanno avviato indagini per chiarire se non ha funzionato la chiusura di protezione o se si sia verificato qualche altro inconveniente. A quanto si è saputo, la giovane era in notevole sovrappeso: anche a questo riguardo, gli investigatori stanno cercando di accertare se fossero attive tutte le misure di protezione necessarie. Dopo l’incidente sul posto sono giunti carabinieri e poliziotti e i soccorritori del 118 che hanno condotto la giovane all’ospedale «Lastaria» di Lucera, dove è morta poche ore dopo per le gravi lesioni riportate nella caduta.