Una ragazza su 4 usa la pillola del giorno dopo

da Bologna

Una studentessa su quattro dell'Università di Bologna ha usato la pillola del giorno dopo. Lo rivela un'inchiesta realizzata dalla rivista on line «La Stefani» (www.lastefani.it) realizzata dagli allievi della scuola di giornalismo «Ilaria Alpi di Bologna».
Il sondaggio è stato realizzato intervistando, con questionari anonimi, 558 studenti della città felsinea (250 maschi e 308 femmine), con domande sulle abitudini sessuali. Il 26 per cento delle ragazze «interrogate» ha raccontato di aver usato almeno una volta la pillola del giorno dopo per scongiurare gravidanze indesiderate.
L'inchiesta ha messo in luce anche l'uso che gli studenti fanno degli anticoncezionali. Se oltre la metà degli intervistati ha detto di usare il profilattico, il 15 per cento alla domanda «quali anticoncezionali usi?» ha risposto «nessuno» oppure il «coito interrotto».
Riguardo ai rapporti cosiddetti «a rischio», è emerso che solo uno studente su quattro ha avuto rapporti non protetti con partner occasionali (il 24.7% delle ragazze e il 27.7% dei ragazzi) e che quasi la metà non si è mai preoccupata di verificare il proprio stato di salute con i test dell'Hiv. Insomma sembra che l’Aids non faccia più paura.
Il sondaggio ha poi indagato su questioni attinenti la sfera personale, come l'età della prima volta, la fedeltà, i rapporti omosessuali e le molestie: l'11 per cento delle giovani intervistate ha ammesso di averne ricevute.