Ragazze mondiali

Il danese Jesper Bank, timoniere del sindacato tedesco Internet, ha vinto il Danish Open di match race battendo il neozelandese Gavin Brady di Bmw Oracle e Jochen Schumann di Alinghi.
Iain Percy, timoniere di +39 in Coppa America, con il prodiere Steve Mitchell ha vinto a Varberg (Svezia) il campionato europeo classe Star. In gara 67 equipaggi di 22 nazioni. Percy naviga su una barca Lillia costruita sul lago di Como, ottimizzata da Stefano Lillia e da Luca Devoti.
L’inglese Ben Ainslie, secondo timoniere di Emirates Team New Zealand, ha dominato il campionato europeo Finn di Kalmar (Svezia) vincendo cinque prove su sette.
Il nuovo «supermaxi» di 98 piedi Maximus dei neozelandesi Bill Buckley e Charles St. Clair Brown ha vinto in tempo reale la Rolex Fastnet Race. La vittoria in tempo compensato è andata al piccolo Iromiguy, barca da crociera, Nicholson 33 del francese Jean Yves Chateau.
Il brasiliano Robert Scheidt ha vinto le regate del campionato Europeo Laser. Il titolo continentale è andato al secondo classificato, l’inglese Paul Goodison. Primo italiano Diego Negri, sesto.
Pietro D’Alì con Nannidiesel ha vinto la seconda tappa della Course Du Figarò.
Le napoletane Maria Stella Turizio e Maria Carolina Rendano hanno conquistato a Brest (Francia) il titolo mondiale della classe 420. In campo maschile è arrivato l’argento di Angelo Capodanno e Vittorio Papa, che hanno chiuso in crescendo vincendo le ultime due regate, alle spalle dei portoghesi Da Silva-Gomes.
Movistar di Lorenzo Bressani e Gabriele Benussi ha conquistato la XXIV Coppa del Re Agua Brava (Maiorca, Spagna) in classe Ims.
I fratelli Pietro e Gianfranco Sibello chiudono ottavi il campionato europeo 49er, vinto dagli inglesi Draper-Hiscocks. I nostri erano in testa dopo le qualifiche e secondi alla vigilia della giornata conclusiva, ma sono stati penalizzati dalla formula sperimentale di regate a eliminazione diretta nella finale.