Ragazze schiavizzate: quattro serbi a giudizio

Minacciandole e malmenandole avevano ridotto in schiavitù due ragazze, di cui una minorenne, evitando di farle giocare e farle andare a scuola, ma anche costringendole a recarsi giornalmente a svolgere attività di accattonaggio e a commettere furti. Una ha anche subito atti sessuali. Per questo ieri quattro serbi sono stati rinviati a giudizio dal gup Marina Finiti. Il 17 luglio compariranno davanti alla prima corte d’Assise Dragan e Mira Djorgevic (moglie e marito) nonchè i figli Saban e Goran. Le vittime si sono costituite parte civile.