Le ragazzine del Park Tennis campioni d’Italia a squadre

Il Park Tc è campione d'Italia nel campionato a squadra under 12 femminile con Costanza Pera, Debora Ginocchio e Camilla Ciaccia. Al termine di un girone finale quanto mai interessante e seguito da un buon pubblico, le ragazze gialloblu hanno messo in riga le coetanee del Pro Vercelli, del Tc Prato e del Grosseto. Le giovanissime del Park partivano con il piede giusto dal primo incontro che le vedeva opposte al Grosseto. La Ginocchio (campionessa italiana under 11) passeggiava con la Cordovani (6/1,6/0), in rimonta il successo della Pera sulla Pratesi (4/6,6/4,6/4), combattuto il doppio vinto al terzo (6/1,3/6,10/6) dalle genovesi. È il Prato (sconfitto dalla Pro Vercelli) l'avversario della seconda giornata. Sono sufficienti i due singolari per portare a casa la vittoria con i successi di Costanza sulla Simonelli (6/1,6/4) e di Debora sulla quotata Stefanini (6/4,6/1). Il doppio è delle toscane vincenti con un ripetuto 6/3 su Ginocchio-Ciaccia. E siamo all'incontro per l'assegnazione dello scudetto tra Park e Pro Vercelli. Bravissima la Ginocchio, tutta tesa a cucirsi sulla maglia il terzo scudetto in questo favoloso 2010, autoritaria e vincente sulla brava vercellese Turco (6/3,7/5). Spetta un compito assai arduo alla lericina Costanza Pera (classifica 4.1) di fronte alla campionessa italiana Cecilia Castelli (3.5) che la sovrasta decisamente in altezza sfiorando il metro e settanta. Occorre vincere questo singolare perché le pur brave gialloblu sono ottime singolariste, ma, per ora, non formano un doppio altrettanto valido. La partita, conclusasi al tie-break, è avvincente, equilibrata con colpi deliziosi. Costanza, con bordate da fondo campo, si aggiudica il primo set per 6/4. La Castelli si riprende e vince la seconda frazione per 6/3. Equilibrio nel terzo set che Costanza riesce a condurre fino al 5-3. Sembra fatta, ma non è così; l'emozione, la fretta di concludere, tradiscono la gialloblu e si va al tie-break che vede realizzata l'impresa e il trionfo di Costanza vincente per 7-2. Esce sconfitta sul campo la bionda Castelli, ma vincitrice, e come, sul piano della sportività. In un incontro così teso, per ben due volte corregge le decisioni dell'arbitro di sedia, dando il punto all'avversaria. Sono passaggi che non si dimenticano e che devono servire di guida a tutti.
Bella la cerimonia finale con la premiazione. Erano undici anni, come ricorda il presidente del Park, Mauro Iguera che uno scudetto mancava ai colori gialloblu del circolo di via Zara brillante in tutti i campionati giovanili. Buon segno!