Ragazzini costretti a derubare i turisti

Dieci rom sono stati rinviati a giudizio dal gup Marina Finiti per i reati di associazione a delinquere, riduzione in schiavitù e furto. I nomadi avrebbero, infatti, costretto dei bambini tra gli otto e i quattordici anni a derubare malcapitati turisti dietro la minaccia di violenza fisica che spesso però diventava realtà. Il processo nei confronti dei dieci imputati, di età compresa tra i 25 e i 30 anni, tra cui solo una è una donna, avrà inizio il 19 settembre prossimo davanti alla prima Corte d’Assise.