Ragazzini sparano petardi e bruciano due ettari di bosco

Tre ragazzini di 13, 14 e 16 anni, che facevano esplodere dei petardi per gioco, hanno accidentalmente dato fuoco ad un boschetto su una collinetta di Vallecrosia, di fronte al ristorante Erio. I fatti sono avvenuti l’altro pomeriggio. Il rogo ha bruciato circa due ettari di vegetazione e per spegnere le fiamme, oltre a diverse autobotti dei vigili del fuoco, è dovuto intervenire anche un elicottero. I tre ragazzini sono stati scoperti dai carabinieri della locale stazione, che proprio durante le operazioni di spegnimento dell’incendio, avevano visto uno di loro, il più giovane, che scendeva dalla collinetta. Lo hanno fermato per chiedergli cosa ci facesse da solo in giro e lui ha risposto che si trovava con alcuni amici. Quando i militari gli hanno notato le mani sporche di polvere da sparo, hanno capito tutto e in breve il ragazzino ha confessato la verità. A quel punto sono stati rintracciati tutti e tre. Il sedicenne rischia ora una denuncia, mentre gli altri due sono non punibili. È stata ugualmente presentata una segnalazione alla procura del tribunale per i minori di Genova.