Raggio moroso da 700 euro al dì

Una penale di quasi 700mila euro: è quanto ha stabilito il Tribunale di Chiavari per i 998 giorni di ritardo nel rilascio di Villa Altachiara, a Portofino, da parte di Maurizio Raggio, l’ex fidanzato della contessa Francesca Vacca Agusta, morta nel gennaio 2001 in seguito a una caduta dalla scogliera della villa che domina il borgo ligure e il cui corpo venne ritrovato sulle coste francesi.
A quella somma si è arrivati oltre che per il mancato rilascio dell’immobile alla data pattuita dalle parti, anche per il mancato pagamento della penale stessa all’epoca concordata con l’inquilino insieme alla «Dmc immobiliare srl», la società che gestisce l’eredità della contessa. La sentenza è stata emessa dal giudice Pasquale Grasso che ha accolto la richiesta di risarcimento, a titolo di penale in favore della Dmc, per il periodo di uso della villa che va al 29 aprile del 2006 al 20 gennaio del 2009. Una dimora a dir poco principesca a picco sul mare e che domina il golfo.
Ad oggi, dunque, l’inquilino - occupante senza titolo il complesso immobiliare - deve oltre 655mila euro alla Dmc oltre a 700 euro al giorno quale penale per ogni giorno di ulteriore ritardo nel rilascio. Maurizio Raggio non si è costituito in giudizio.
La Dmc era rappresentata dal legale Renato Mottola di Chiavari.