Raggirata anche la moglie di De Sica

Uno dei truffatori che aveva «venduto» a Roma una palazzina di lusso a pochi passi da Villa Borghese a ignari acquirenti che avevano sborsato 4,5 milioni di euro per non avere nulla in cambio, aveva già raggirato altre persone, tra cui alcuni vip come la moglie di Christian De Sica. Si tratta di Gian Vittorio Pellegrini, 40 anni, che secondo gli inquirenti era la mente del raggiro della palazzina di Villa Borghese, arrestato dalla polizia insieme con Andrea Spano, 43 anni, agente immobiliare, alla sorella Marina di 49 e ad Angelo Atzori, 68 anni, noto esponente del Movimento per l’autonomia sarda. Pellegrini, accusato di truffa e ricettazione, dovrà comparire davanti al gup Bruno Azzolini il prossimo 11 febbraio perché nei suoi confronti il pm Luca Palamara aveva chiesto il giudizio nell’indagine sulle cosiddette «case vip», una truffa, per cinque milioni di euro, compiuta ai danni tra l’altro di Luca Verdone, fratello di Silvia, moglie di Christian De Sica a sua volta vittima del raggiro. Pellegrini per l’ultima truffa dovrà comparire lo stesso giorno ma davanti al gup Luciano Imperiali. Ha infatti chiesto il giudizio immediato ricorrendo al rito abbreviato. I due Spano, invece, hanno sollecitato una richiesta di patteggiamento.