Alla Ragione una mostra sui Kennedy

Milano è muta. Non parla e non comunica quanto avviene in città. Queste l’autocritica dell’assessore alla Cultura Vittorio Sgarbi, che ieri ha inaugurato le due mostre al Museo Diocesiano e quella su Carnera a Palazzo della Ragione. «È necessario informare cittadini e turisti di quanto avviene in città, che siano vernici o mostre in corso, in spazi civici, statali o privati non conta, abbiamo otto e più mostre di qualità in corso e nessuna segnalazione o manifesto. Chi viene a Milano anche per un giorno lo sa». E proprio per questo che già ieri l’assessore si è attivato per far installare un proiettore in piazza del Duomo e uno in galleria che proietti l’elenco dettagliato dei vernissage e delle mostre.
«Roma si sogna queste mostre ma comunica meglio di noi» è il ritornello che il cirtico d’arte ripete come un mantra dall’inizio del suo mandato. Per rafforzare la propria tesi della Grande Milano ecco che Sgarbi anticipa le prossime mostre: la prossima mostra a palazzo della Ragione sarà sulla famiglia Kennedy, mentre il 14 novembre inaugura la mostra su Dino Buzzati.