Un ragno blu atterra alle colonne di S. Lorenzo

Inaspettato risveglio quello di domenica mattina per gli abitanti delle colonne di San Lorenzo. Non era vivo, per fortuna, il grande ragno blu istallato nella notte di sabato dagli artisti del «TheBagArtFactory», in occasione di SITin, un evento culturale voluto dal gruppo teatrale Lis e dal collettivo no-profit di Famiglia margini. Come ci ha spiegato Grace, art director, Maternità, questo il nome della scultura, nasce all’interno di un percorso artistico che si snoda per le vie del centro della città. Una nuova, inaspettata scultura esaltata anche dai duemilacinquecento metri quadri della «2 giorni» di graffiti legali, nei pressi di Villapizzone. I writers si raduneranno nuovamente da fine ottobre, quando si dovranno «disegnare» le mura di fronte al Politecnico (mille metri quadrati), assieme al progetto «ridisegnare la Bovisa» (4500 metri quadrati).