La Rai chiede 3 milioni a Bonolis

Il conduttore in onda su Mediaset prima della scadenza del contratto con Viale Mazzini. Il dg Meocci propone la penale

da Roma

Una penale di 3 milioni e 690mila euro per violazione del contratto di esclusiva con la Rai: è quanto rischia di pagare Paolo Bonolis. Il direttore generale della Rai, Alfredo Meocci, avrebbe proposto al Cda di chiedere il pagamento della penale a Bonolis e il consiglio ne ha preso atto. Il conduttore infatti è apparso in video su Canale 5 il 28 agosto per condurre il nuovo programma che lo vede protagonista, nonostante l'esclusiva con la Rai si concludesse solo il 31 agosto. Meocci - sempre a quanto si apprende - ha riferito al Cda di essere stato informato della violazione del contratto il 30 agosto da parte della Direzione risorse artistiche. Quanto alle responsabilità interne sul caso Bonolis, il Cda ha inoltre chiesto di venire a conoscenza, in tempi brevissimi, se ci siano dirigenti di prima fascia che hanno il compito di verifica e gestione dei contratti in essere con le risorse artistiche. Nel suo intervento nel corso del consiglio d’amministrazione, Alessandro Curzi ha richiesto di sanzionare i responsabili interni della «mancata risposta dell’azienda a una clamorosa inadempienza contrattuale perfettamente a conoscenza dei nostri dirigenti».