«La Rai garantirà il pluralismo nelle trasmissioni»

Sul rispetto del pluralismo in trasmissioni che si caratterizzano per la presenza di ospiti, il presidente della Rai Claudio Petruccioli risponderà domani in commissione di Vigilanza Rai. Ieri Petruccioli ha ricordato che «il riferimento fondamentale resta l'atto d'indirizzo sul pluralismo emanato dalla ommissione di Vigilanza l'11 marzo 2003 e fatto proprio dal Cda della Rai». «Due - ricorda in una nota - sono le indicazioni di quel documento rilevanti ai fini del problema che stiamo considerando. La prima riguarda le trasmissioni di informazione che “devono rispettare rigorosamente, con la completezza dell'informazione, la pluralità dei punti di vista e la necessità del contraddittorio”.La seconda riguarda i programmi di intrattenimento, nei quali la presenza di esponenti politici va di norma evitata. Tornano quindi in vigore - sottolinea Petruccioli - gli obblighi sopra ricordati, che valgono per tutte le trasmissioni e i momenti informativi».